Di omaggi e denunce sociali, Shamsia Hassani e i colori di Kabul

«L’arte cambia la mente delle persone, le persone cambiano il mondo». Con queste parole semplici ed evocative l’artista afghana Shamsia Hassani introduce il suo significato della parola arte. I suoi graffiti e le tele cui dà vita sono una ribellione alla pervasività della guerra, un dialogo aperto con gli sguardi e le emozioni di chi osserva, una sfida all’esistente fatto di muri sventrati e spazi … Continua a leggere Di omaggi e denunce sociali, Shamsia Hassani e i colori di Kabul

Quattro parole per analizzare l’odio con cui abbiamo accolto Silvia Aisha Romano

«Silvia Romano è stata liberata! […] Silvia, ti aspettiamo in Italia». Con queste parole, il 9 maggio il capo del governo Giuseppe Conte ha annunciato la liberazione e l’imminente ritorno in Italia della volontaria rapita in Kenya nel novembre 2018. Tuttavia, all’iniziale esplosione di gioia con la quale l’opinione pubblica ha accolto la notizia, si è prontamente sovrapposto il borbottio montante di insinuazioni velenose in … Continua a leggere Quattro parole per analizzare l’odio con cui abbiamo accolto Silvia Aisha Romano

Il 1° maggio di angeli e braccianti, fra applausi retorici e sfruttamento reale

«[…] Quando le strutture sociali s’incrinano e si spezzano quello che viene dopo non è un’istantanea regressione a un brutale stato di natura: succede invece che […] le persone […] che si prendono cura degli altri si esauriscono in silenzio per tappare le falle, cercando di salvare più persone possibili dal tracollo fisico ed emotivo. Quelli che oggi sono in prima linea non sono combattenti, … Continua a leggere Il 1° maggio di angeli e braccianti, fra applausi retorici e sfruttamento reale

Telegram e dintorni: come si declina la tutela della privacy negli spazi virtuali?

Risale a pochi giorni fa la denuncia da parte del magazine Wired dell’esistenza di un voluminoso network su Telegram adibito a pratiche che sono state definite «stupro virtuale», la cui diffusione ha provocato un’esplosione di indignazione e rabbia. Questo ennesimo episodio ha evidenziato la necessità di un dibattito serio sulla persistenza, nella nostra società, di una cultura dello stupro che si nutre di linguaggi disumanizzanti … Continua a leggere Telegram e dintorni: come si declina la tutela della privacy negli spazi virtuali?

“Ti spiego l’eguaglianza”: di white-saviourism, mansplaining e affini

Sulla beneficenza come mistificazione e anestetico della disuguaglianza molto è stato scritto. Tuttavia, anche l’attivismo meno mainstream, quello arrabbiato e fortemente connotato politicamente, non è esente da analoghe forme di ipocrisia; ipocrisia che si manifesta talvolta nei retaggi inconsapevoli di quelle stesse logiche escludenti dalle quali, pur professandosi allies, alcune persone non sanno affrancarsi del tutto, e che finiscono inevitabilmente per trapelare nei discorsi e … Continua a leggere “Ti spiego l’eguaglianza”: di white-saviourism, mansplaining e affini