deus ex machina è come un fulmine a ciel sereno, infatti l'immagine rappresenta una tempesta di fulmini

“Deus ex machina”, una locuzione a spasso nel tempo e che cambia con la società

Deus ex machina: quante volte abbiamo sentito o letto questa frase? Chiunque di noi si lancia talvolta nell’uso di grecismi o di latinismi dalla dubbia affidabilità, anche se questa espressione in particolare ha affrontato un’evoluzione unica, che ci suggerisce quanto sia cambiato il modo di pensare e di guardare al concetto di potere nel tempo. Secondo il Dizionario etimologico della lingua italiana Cortelazzo-Zolli, il costrutto … Continua a leggere “Deus ex machina”, una locuzione a spasso nel tempo e che cambia con la società

Oltre il ddl Zan-Scalfarotto c’è un’Italia ancora lgbt+fobica

Mentre la classe politica nazionale discute se il ddl Zan-Scalfarotto contro le discriminazioni di matrice misogina e lgbt+fobica sia o no da approvare, l’opinione popolare non sembra affatto turbata dai preoccupanti dati registrati negli ultimi anni riguardo alla violenza, in particolare, perpetrata contro le persone trans e con un’identità di genere non binaria e/o non conforme. Secondo il Transrespect versus transphobia worldwide e il suo ultimo … Continua a leggere Oltre il ddl Zan-Scalfarotto c’è un’Italia ancora lgbt+fobica

Le nuove frontiere dell’attivismo: la lotta diventa intersezionale

Ogni giorno sono 88 le donne vittime di abusi, donne che, di solito, guadagnano il 23% in meno degli uomini (ISTAT 2017); sono 1048 le persone oggetto di discriminazione razziale (ultimi dati OSCAD riferibili al 2017) e sono 50 quelle costrette a subire pregiudizi di matrice omobitransfobica (Gay Helpline). Tutti questi numeri poco simpatici cosa ci suggeriscono? Che evidentemente nel 2020, più che le macchine … Continua a leggere Le nuove frontiere dell’attivismo: la lotta diventa intersezionale