Un concerto dal vivo con DJ in primo piano e dietro di lui la scritta "dancing queer"

Queer studies: ripensare la cultura dalla Divina Commedia a Pose

Vivere in un periodo storico come il nostro ci permette di assistere alla nascita di nuove sensibilità in molti campi del sapere. Le nuove consapevolezze sorte intorno al concetto di identità e la valorizzazione delle istanze di alcune specifiche comunità – come quella LGBTQI+ – hanno, di fatto, reso possibile la concretizzazione, in ambito accademico, di un nuovo modo di rapportarsi alla cultura. È in … Continua a leggere Queer studies: ripensare la cultura dalla Divina Commedia a Pose

scienza : l'immagine vuole rappresentgare un ragazzo che col binocolo vuole scoprire nuovi orizzonti e nel nostro caso le nuove scoperte scientifiche

Gli errori nella scienza e i vantaggi della serendipità

«La gioia nell’osservare e nel comprendere è il dono più bello della natura» sosteneva Albert Einstein. Eppure, nel nostro Paese manca ancora una chiara percezione della ricerca scientifica come elemento culturale e ciò porta inevitabilmente a ignorare l’incanto della scoperta inattesa di un fenomeno. Per non parlare del fatto che la violenza mediatica con cui ci si sta scagliando contro i vaccini anti Covid-19 e … Continua a leggere Gli errori nella scienza e i vantaggi della serendipità

Cara arte, dove sono le donne? Alla riscoperta di un canone mutilato

Il gruppo di restauro Advancing Women Artists, guidato da Linda Falcone, ha l’obiettivo di recuperare le opere d’arte italiane create da mano femminile. In due anni di ricerche, negli archivi di musei e collezioni private della città di Firenze sono state identificate circa 2000 opere appartenenti ad artiste dimenticate. La missione del gruppo è identificare, approfondire e catalogare dipinti e sculture di artiste, in particolare … Continua a leggere Cara arte, dove sono le donne? Alla riscoperta di un canone mutilato

Barbie

Come le Barbie si stanno adattando alle esigenze sociali, dall’inclusività all’empatia

Il 9 marzo 1959 nasce, da un’idea di Ruth Handler, la bambola oggi più famosa al mondo: Barbie. Da allora, la sua evoluzione non ha mai riguardato unicamente la sua fisionomia e nel corso degli anni questa eterna icona di stile ha sempre dovuto restare al passo di nuovi standard culturali e delle conseguenti continue pressioni da parte della società. Del resto, non ci si aspetterebbe … Continua a leggere Come le Barbie si stanno adattando alle esigenze sociali, dall’inclusività all’empatia

mestruazioni

Mai dire mestruazioni: perché è necessario parlarne?

«Le parole sono importanti!», urlava Nanni Moretti in Palombella rossa, e utilizzarle correttamente per chiamare le cose con il loro nome lo è ancora di più, aggiungiamo noi. Forse è per questo motivo che espressioni come il marchese, le rosse, il barone rosso, inventate in maniera anche piuttosto originale per designare le incredibilmente più comuni mestruazioni, oltre a fare sorridere fanno riflettere. Sono ancora molti … Continua a leggere Mai dire mestruazioni: perché è necessario parlarne?

riti funebri

Riti funebri intorno al mondo, dall’antichità ai più recenti cimiteri ecologici

Una cosa è certa: moriremo. Ma che cosa ne sarà del nostro corpo dopo la dipartita? Fin dai tempi antichi ogni civiltà ha sviluppato riti funebri propri per accompagnare i defunti e le defunte nel loro ultimo viaggio, tenendo questo culto in grande considerazione. Alcune di queste civiltà, come quella greca, usavano accendere grandi pire; altre preferivano non bruciare i corpi, ma lasciarli intatti e … Continua a leggere Riti funebri intorno al mondo, dall’antichità ai più recenti cimiteri ecologici

Paradossi e polemiche sotto l’albero, ovvero l’Italia alla vigilia del Natale 2020

All’ombra del celebre Spelacchio di 23 metri inaugurato nella capitale l’8 dicembre, risuonano i mormorii affranti di chi è alle prese con l’attuale crisi economica. Per quanto l’abete naturale di tipo Abies Nordmanniana che illumina Piazza Venezia esprima un messaggio di incoraggiamento per resistere insieme alla sfida della pandemia, infatti, sembra che una tale sfarzosità non sia stata molto apprezzata in tempi tanto bui. E … Continua a leggere Paradossi e polemiche sotto l’albero, ovvero l’Italia alla vigilia del Natale 2020

Lo sport e quel pugno chiuso alzato al cielo da cinquantadue anni

Quella dello scorso 18 giugno è stata una finale di Coppa Italia carica di polemiche. Partendo dall’inizio, va detto che il Napoli ha conquistato la Coppa Italia oltre il novantesimo minuto, ai rigori, con il risultato di 4 a 2. In ordine sparso sono stati criticati: Cristiano Ronaldo, accusato di non aver tirato neanche un rigore; l’uso del pubblico virtuale, creato con una grafica al … Continua a leggere Lo sport e quel pugno chiuso alzato al cielo da cinquantadue anni

I personaggi cattivi che ci rendono migliori: la Resistenza ne “La casa di carta”

La maggior parte di chi l’ha visto è rimasta inchiodata alla sedia davanti allo schermata di Netflix facendo binge watching, c’è poi chi ha guardato solo tre puntate e chi ancora ne ha solo sentito parlare e basta, ma sarebbe impossibile non capire il significato di una tuta rossa vicino a una maschera raffigurante Salvador Dalí. Non ci sono dubbi, ormai: La casa di carta … Continua a leggere I personaggi cattivi che ci rendono migliori: la Resistenza ne “La casa di carta”

A che è servito il #Dantedì ai tempi del coronavirus?

Io partivo scettica, ve lo dico. Fin da quando il governo ha istituito questa giornata in onore di Dante Alighieri il 25 marzo (e non è un caso), ho pensato che sarebbe stata una buffonata. Mi è sembrata una celebrazione nuova che avrebbe puzzato di vecchio. Si tratta di un autore arcinoto, specialmente in Italia, a che scopo quindi dedicargli una data del calendario? Adesso … Continua a leggere A che è servito il #Dantedì ai tempi del coronavirus?