L’altra faccia di Instagram e la teoria della relatività

Nascere nella (sventurata) circostanza di possedere i geni di un carattere timido e riservato può rivelarsi quantomeno complicato. Lo è di certo per entrare nel vivo del discorso, riuscire a sembrare interessante e offrire spunti originali a chi ci sta di fronte, specialmente quando i punti d’incontro sono pochi. È per questo motivo che, quando riesco a calcare un terreno comune tra la mia e … Continua a leggere L’altra faccia di Instagram e la teoria della relatività

Il rapporto con il testo e con la lettura nei grandi monoteismi del Libro

Malgrado sia tutto fuorché un automatismo, la lettura è stata a lungo considerata una pratica estremamente naturale. A causa di ciò le è sempre stata attribuita scarsissima importanza all’interno degli studi di teoria della letteratura e di antropologia. Nel corso del tempo, i tipi di lettura che si sono affermati e alternati sono stati quattro: a voce alta − per un grande uditorio o per … Continua a leggere Il rapporto con il testo e con la lettura nei grandi monoteismi del Libro

Orecchini di foglie e lacrime di sangue: vita di Papusza, la poetessa-bambolina rom

Amuleti di lampi e conchiglie di seta appese alle finestre della carovana. Porte e finestre verniciate d’oro per allontanare gli spiriti della notte e tamburelli suonati al tramonto, perché la luna non imbianchi i capelli. Orecchini fatti con la corteccia e Phuri Bibì, la Signora rom «vestita di stracci ma che risplende come oro» che ogni notte protegge i neonati e soffia canzoni d’amore per … Continua a leggere Orecchini di foglie e lacrime di sangue: vita di Papusza, la poetessa-bambolina rom