«Svegliatevi!», ovvero la funzione della cultura contro la paura

È mattina presto in una città dell’Emilia. Il silenzio avvolge le mura dei palazzi e l’aria è rarefatta. Un cigolio inarrestabile e stridente echeggia tra gli spazi vuoti dei portici. Olmo trascina un calesse. Non è solo. Dietro di lui, avanza una piccola processione vestita di nero, con la testa china verso il basso per rispetto più che per disperazione. Davanti Anita, sporca di fuliggine … Continua a leggere «Svegliatevi!», ovvero la funzione della cultura contro la paura

Orecchini di foglie e lacrime di sangue: vita di Papusza, la poetessa-bambolina rom

Amuleti di lampi e conchiglie di seta appese alle finestre della carovana. Porte e finestre verniciate d’oro per allontanare gli spiriti della notte e tamburelli suonati al tramonto, perché la luna non imbianchi i capelli. Orecchini fatti con la corteccia e Phuri Bibì, la Signora rom «vestita di stracci ma che risplende come oro» che ogni notte protegge i neonati e soffia canzoni d’amore per … Continua a leggere Orecchini di foglie e lacrime di sangue: vita di Papusza, la poetessa-bambolina rom