Azione: immagine rappresenta una decisione da prendere.

Cosa ci spinge davvero a fare ciò che facciamo?

Da ogni piccola azione quotidiana alle grandi sfide personali, tutto nella vita nasconde una motivazione più profonda, che è motore dei nostri comportamenti e delle nostre scelte. Anche ciò che sembra più banale viene fatto con uno scopo e caratterizza chi siamo e il nostro modo di vedere l’esistenza. La nostra routine serve a darci equilibrio e consapevolezza delle nostre capacità e del nostro ruolo … Continua a leggere Cosa ci spinge davvero a fare ciò che facciamo?

deus ex machina è come un fulmine a ciel sereno, infatti l'immagine rappresenta una tempesta di fulmini

“Deus ex machina”, una locuzione a spasso nel tempo e che cambia con la società

Deus ex machina: quante volte abbiamo sentito o letto questa frase? Chiunque di noi si lancia talvolta nell’uso di grecismi o di latinismi dalla dubbia affidabilità, anche se questa espressione in particolare ha affrontato un’evoluzione unica, che ci suggerisce quanto sia cambiato il modo di pensare e di guardare al concetto di potere nel tempo. Secondo il Dizionario etimologico della lingua italiana Cortelazzo-Zolli, il costrutto … Continua a leggere “Deus ex machina”, una locuzione a spasso nel tempo e che cambia con la società

di colore

Dire “persone di colore” alimenta discriminazioni di cui non ci accorgiamo neanche

L’idea di descrivere è insita nel pensiero umano da sempre, così come il colore è sempre stata la caratteristica preminente di ogni processo descrittivo. In questo momento storico delicato e significativo, tuttavia, scegliere le parole deve essere importante tanto quanto saperle analizzare. La pelle scura non è solo nera: può essere mulatta, bronzea, marroncina. Ne esistono, quindi, varie sfumature cromatiche. Ed è altrettanto vero che … Continua a leggere Dire “persone di colore” alimenta discriminazioni di cui non ci accorgiamo neanche

babbo natale

Babbo Natale esiste? Attenzione alla risposta di Google!

Questo è un articolo per persone di tutte le età, perché com’è chiaro basta sapere leggere per arrivare fino a qui. Che si abbiano nove anni o novanta, quindi, il nostro obiettivo è approcciarci all’argomento con la dovuta attenzione. Fatta questa premessa, che chi ha orecchie per intendere intenderà, passiamo ai fatti: 1,1 milioni di minori nel mondo hanno già scoperto online che Babbo Natale … Continua a leggere Babbo Natale esiste? Attenzione alla risposta di Google!

DPCM di Natale

DPCM di Natale e avvisi Trenitalia? Hanno in comune il burocratese

C’era una volta… – Un re! – Diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un DPCM di Natale.* Non era un DPCM di lusso, ma un semplice pezzo di catasta, di quelli che d’inverno si mettono nelle stufe e nei caminetti per accendere il fuoco e riscaldare le stanze, rigorosamente in meno di 6 persone e con non più … Continua a leggere DPCM di Natale e avvisi Trenitalia? Hanno in comune il burocratese

Se boicottiamo solo quello che non ci piace

Nel maggio del 2016 l’autorità europea per l’alimentazione ha pubblicato un allarme riguardante i potenziali rischi per la salute legati all’olio di palma. Prima che la questione perdesse, qualche anno più tardi, l’interesse dell’opinione pubblica, si era scatenato quel confuso dibattito pseudoscientifico che conosciamo fin troppo bene in questo periodo. Tra le questioni più scottanti c’è stato l’affaire Nutella. Ferrero, unico brand a persistere nella … Continua a leggere Se boicottiamo solo quello che non ci piace

La N-word: origine e storia della parola della morte

Nel 1559 papa Paolo IV redasse il famoso Indice dei Libri Proibiti, nel quale bandiva e proibiva lettura e possesso di testi considerati eretici e anticattolici. Anche oggi, mutatis mutandis, l’etica comune ha creato un indice non scritto di parole che, sì, possiamo considerare bandite: una di queste è la N-word (negro/a). A meno che non sia un uomo o una donna di pelle nera … Continua a leggere La N-word: origine e storia della parola della morte

Proteste in Polonia, DDL Zan e quadri di Klimt: perché è lecito continuare a sperare?

Gli ultimi mesi sono stati cruciali per chiunque, nello stabilire se la speranza in un giorno migliore fosse più o meno auspicabile, e un modo semplice per capirlo consisterebbe, forse, nel cominciare a guardare alle cose del mondo con uno sguardo diverso, possibilmente partendo dall’arte. Nel 1908 Gustav Klimt espose per la prima volta Speranza I, un dipinto ai tempi considerato spesso scabroso a causa del … Continua a leggere Proteste in Polonia, DDL Zan e quadri di Klimt: perché è lecito continuare a sperare?

La segale cornuta nella storia e il ruolo dell’ergotismo ai tempi della caccia alle streghe

«La paura o la stupidità sono sempre state alla base della maggior parte delle azioni umane», diceva Albert Einstein. A qualche giorno di distanza dalla notte di Halloween, il cui rito rimane sempre in bilico tra storia, magia e profitto, mi è sembrato doveroso soffermarmi su una delle cause delle più terribili persecuzioni di esseri umani, principalmente donne, con l’accusa di stregoneria. Secoli dopo l’ondata … Continua a leggere La segale cornuta nella storia e il ruolo dell’ergotismo ai tempi della caccia alle streghe

Perché quando siamo sotto pressione non troviamo le parole giuste?

Se ve lo state chiedendo, sappiate che non succede solo a voi. Che chiunque di noi conosce bene gli sbalzi di salivazione, gli sguardi nervosi e la balbuzie di cui all’improvviso ci ritroviamo vittime. Che, se ci siamo in un contesto di pressione lavorativa, pubblica, amorosa, accademica e perfino familiare o amicale, non sfuggiamo facilmente al vuoto mentale, nemmeno quando abbiamo sviluppato l’abitudine a certe … Continua a leggere Perché quando siamo sotto pressione non troviamo le parole giuste?