deus ex machina è come un fulmine a ciel sereno, infatti l'immagine rappresenta una tempesta di fulmini

“Deus ex machina”, una locuzione a spasso nel tempo e che cambia con la società

Deus ex machina: quante volte abbiamo sentito o letto questa frase? Chiunque di noi si lancia talvolta nell’uso di grecismi o di latinismi dalla dubbia affidabilità, anche se questa espressione in particolare ha affrontato un’evoluzione unica, che ci suggerisce quanto sia cambiato il modo di pensare e di guardare al concetto di potere nel tempo. Secondo il Dizionario etimologico della lingua italiana Cortelazzo-Zolli, il costrutto … Continua a leggere “Deus ex machina”, una locuzione a spasso nel tempo e che cambia con la società

di colore

Dire “persone di colore” alimenta discriminazioni di cui non ci accorgiamo neanche

L’idea di descrivere è insita nel pensiero umano da sempre, così come il colore è sempre stata la caratteristica preminente di ogni processo descrittivo. In questo momento storico delicato e significativo, tuttavia, scegliere le parole deve essere importante tanto quanto saperle analizzare. La pelle scura non è solo nera: può essere mulatta, bronzea, marroncina. Ne esistono, quindi, varie sfumature cromatiche. Ed è altrettanto vero che … Continua a leggere Dire “persone di colore” alimenta discriminazioni di cui non ci accorgiamo neanche

La N-word: origine e storia della parola della morte

Nel 1559 papa Paolo IV redasse il famoso Indice dei Libri Proibiti, nel quale bandiva e proibiva lettura e possesso di testi considerati eretici e anticattolici. Anche oggi, mutatis mutandis, l’etica comune ha creato un indice non scritto di parole che, sì, possiamo considerare bandite: una di queste è la N-word (negro/a). A meno che non sia un uomo o una donna di pelle nera … Continua a leggere La N-word: origine e storia della parola della morte